John Rawls - Liberalismo politico

La ragione pubblica, secondo Rawls, è la strategia con cui una società politica formula  progetti, si pone priorità e prende decisioni . "La ragione pubblica è tipica dei popoli democratici: è la ragione dei cittadini, di coloro che hanno in comune lo stato di uguale cittadinanza . L'oggetto della loro ragione è il bene pubblico, è ciò che la concezione politica della giustizia richiede riguardo alla struttura istituzionale di base della società, nonché  agli scopi e fini di cui essi, i cittadini, devono porsi al servizio" (1) .  La ragione si può, quindi, definire pubblica in quanto è la ragione dei cittadini (del pubblico), soggetta alla giustizia fondamentale (bene pubblico), e "pubblicamente gestita" sulla base di ideali e principi di giustizia politica .


In una società democratica, la ragione pubblica è la ragione di cittadini uguali che esprimono la propria libertà nei limiti della libertà altrui, e la cui associazione ha lo scopo di formulare un sistema di potere, definitivo e coercitivo per ognuno, basato su leggi che si rifanno ad una carta fondamentale: la costituzione . Nella teoria normativa di una società giusta, l'egualitarismo democratico di Rawls occupa lo spazio del  politico (2)  . "Ciò significa che questioni fondamentali come chi abbia il diritto di voto, quali religioni debbano essere tollerate, a chi si debba garantire un'equa uguaglianza delle opportunità, chi debba possedere proprietà, dovranno essere risolte invocando solo valori politici . Sono questi, e altri simili, gli oggetti specifici della ragione pubblica" (3). In altre parole, nonostante le considerazioni religiose, filosofiche e morali degli individui influenzino il modo di porsi dei singoli nei confronti dei problemi politici, è necessario che "l'ideale della ragione pubblica" si fondi sul comportamento di cittadini che sottraggono i valori politici fondamentali (costituzionali) "ai mutevoli calcoli degli interessi sociali o agli esiti contingenti delle aggregazioni maggioritarie di preferenze politiche"(4).

 

Libro in sorte

Troppa felicità [Alice Munro]Troppa felicità [Alice Munro]
28 Set 2015 20:18

C'è una sensazione permanente durante la lettura del libro. Alice Munro ti conosce, ti parla. C [ ... ]

I quarantanove racconti [Ernest Hemingway]I quarantanove racconti [Ernest Hemingway]
25 Lug 2014 20:32

Sassi che trovo sparsi a riva. Ancora brillanti per l'effetto dell'onda che li ha appena abbando [ ... ]

Il mugnaio urlante [Arto Paasilinna]Il mugnaio urlante [Arto Paasilinna]
22 Lug 2014 20:15

Questa è la storia di una deviazione. Non tanto però di chi incide sulla realtà deviandone i [ ... ]