John Rawls - Liberalismo politico - Note bibliografiche

 

(1) John Rawls, Liberalismo politico, Edizioni di Comunità, Milano 1994, p.183 .


(2) Salvatore Veca ritiene che, adottare, come ha fatto Rawls in  Liberalismo politico, il termine "politico" come sinonimo di "costituzionale", indichi l'intenzione dell'autore di indurre il lettore ad una riflessione critica sullo spazio che la teoria concede al processo o ai processi di deliberazione democratica, quasi che tutto consista nel "togliere dall'agenda dei processi, dei conflitti e delle controversie democratiche le questioni fondamentali della vita pubblica". (Salvatore Veca, La filosofia politica, Editori Laterza, Bari 1998, p. 106)

(3) John Rawls, op. cit. , p. 184 .

(4) Salvatore Veca, op. cit. , p. 104 .

(5) John Rawls, op. cit. , p. 187 .

(6) John Rawls, op. cit. , p. 191 .

(7) "Benché Rawls ponga l'accento sulla pluralità dei soggetti come necessario punto di partenza di ogni concezione della giustizia, quello della posizione originaria è comunque un ragionamento monologico . Rawls interpreta il processo della scelta  dei principi come una contrattazione, in cui tanti individui ragionano in privato pensando al proprio interesse . E' vero che in questo modello si presuppone una pluralità di soggetti e che ciascun soggetto, che ragiona per conto suo pensando al proprio interesse, sa benissimo che esiste una pluralità di altri soggetti che stanno facendo la stessa cosa e con i quali dovrà arrivare a un accordo . Ma le condizioni stesse a cui deve sottostare la scelta razionale in questa ipotizzata situazione originaria perché la si possa dimostrare imparziale, escludono non solo l'esistenza di differenze tra i partecipanti, ma anche qualsiasi discussione tra loro . Il velo di ignoranza circa la propria posizione che copre i partecipanti rimuove qualsiasi caratteristica differenziatrice, garantendo così che tutti ragioneranno a partire da identici assunti e dal medesimo punto di vista universale". (Iris Marion Young, Le politiche della differenza, p.128-129) .

(8) John Rawls, op. cit. , p.193 .

(9) Salvatore Veca, op. cit. , p.103 .

(10) John Rawls, op. cit. , p. 194 .

(11) Ibid. , op. cit. , p. 206 .

(12) John Rawls, op. cit. , p. 213 .

(13) Salvatore Veca, op. cit. , p. 105 .

Libro in sorte

Racconti umoristici e satirici [Heinrich Böll]Racconti umoristici e satirici [Heinrich Böll]
17 Mar 2015 09:02

Vivere della propria risata, venderla e poi non riuscire a ridere più nel privato. Conservare p [ ... ]

Sembra proprio di stare in paradiso [John Cheever]Sembra proprio di stare in paradiso [John Cheever]
16 Feb 2014 21:27

Cheever incanta e rapisce anime disarmate. Coglie le sfumature che tu pensi nessuno possa nemmen [ ... ]

Stabat Mater [Tiziano Scarpa]Stabat Mater [Tiziano Scarpa]
22 Apr 2016 19:40

Il taglio netto di una fune tesa. E' l'abbandono che dura per tutta la vita. "Quella notte ho [ ... ]